TORRE ANNUNZIATA. E' evaso troppe volte: dai domiciliari passa al carcere. È stato trasferito in una cella del carcere Salvia di Poggioreale Ciro Ruocco, 23enne pregiudicato di Torre Annunziata, arrestato alla vigilia di Natale con le chiavi dell'automobile nella tasca dei pantaloni.

Sono stati i carabinieri della stazione di Torre Annunziata, agli ordini del luogotenente Egidio Valcaccia, ad eseguire ieri mattina il provvedimento richiesto per Ruocco dalla Procura. Il 23enne era già finito in manette nel maggio scorso perchè, dopo aver bevuto un drink al bar, alle 2:30 della notte, decise di sparare un colpo di pistola in aria tra le palazzine del rione San Francesco. Per questo motivo, il giovane era finito ai domiciliari e successivamente condannato dai giudici.

Ruocco (difeso dall'avvocato Salvatore Calamita) dovrà scontare la pena di un anno e otto mesi per porto, detenzione d'arma clandestina e ricettazione: una pistola semiautomatica colt U.S. Army, calibro 45, in dotazione all'esercito degli Stati Uniti. Arma che, in quel frangente, Ruocco teneva ancora stretta tra le mani, prima di essere arrestato dai carabinieri. Militari che, nella sua abitazione all'interno del quartiere in zona sud, poi rinvennero ulteriori 4 proiettili dello stesso calibro.