Sono le 19,39 e un uomo coperto con una sciarpa fa irruzione nella Farmacia Iovino, sita in corso Vittorio Emanuele III a Torre Annunziata. Subito il rapinatore chiede l'incasso della giornata e se ne fa consegnare una parte in una busta.

Parte, però, la controffensiva da parte dei dipendenti dell'esercizio, che provano a chiudere il malvivente all'interno del locale, bloccando le porte di vetro che si trovano all'ingresso. L'uomo però, prima forza le porte, riuscendo ad uscire e poi inizia a correre. Alcuni giovani, presenti in strada e avendo notato tutto, si lanciano all'inseguimento del rapinatore. Ed è qui che il malvivente, spara un colpo di pistola in aria, allo scopo di bloccare i suoi inseguitori. Il proiettile non colpisce nessuno, e si infrange a pochi metri da un balcone dove per fortuna non vi era nessuno. La fuga dell'uomo prosegue nella traversa prima della Chiesa del Carmine, dove fa perdere le sue tracce tra i vicoli del centro storico, non prima di aver sparato altri due colpi.

E' questa la dinamica raccontata dalle telecamere di videosorveglianza e da decine di testimoni ascoltati dagli investigatori. Sull'episodio stanno indagando sia i carabinieri che gli agenti di polizia di Torre Annunziata, che vogliono capire l'idendità dell'uomo che ha creato panico in una delle zone più popolate e trafficate della città.

vai al video

Costituito il terzo complice

L'interrogatorio

Gli sviluppi

La nuova ordinanza

Gli arresti

La rapina - LE FOTO