Si è svolta nella mattinata di ieri un’esercitazione complessa antincendio e di security portuale organizzata dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Torre Annunziata e dalla Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, effettuata in ottemperanza alle previsioni normative di settore internazionale, comunitario e nazionale.

Alle ore 10.00 circa è stata simulata la ricezione, da parte della Sala Operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Torre Annunziata, di una chiamata del personale della ditta SOLACEM, relativa alla presenza di un’auto con un pacco sospetto adagiato sul sedile posteriore, nei pressi della banchina di Levante del porto di Torre Annunziata, dove si trovava ormeggiata la nave ISKANDER che, nel frattempo, aveva appena riferito di un principio di incendio a bordo con un membro dell’equipaggio rimasto ferito.

La Sala Operativa della Guardia Costiera di Torre Annunziata, assunto l'assetto previsto per il coordinamento delle operazioni, attivava il dispositivo di sicurezza allertando tutti i vari enti competenti: i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile oplontina, il Commissariato di Polizia di Stato, i Carabinieri, la Guardia di Finanza, il Servizio 118, i Vigili Urbani di Torre Annunziata ed il Comando della nave ISKANDER.

Il personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo intervenuto prontamente sulle banchine del porto, con l’ausilio delle forze di Polizia intervenute, dopo pochi minuti isolava la banchina di Levante e procedeva, sotto il coordinamento del Comandante del porto e del Capo del Compartimento Marittimo di Castellammare, a chiudere l’area commerciale dello scalo oplontino, a fermarne le attività produttive ed a evacuare i non addetti alla gestione dell’emergenza.

In poco tempo, grazie all’intervento di tutti gli enti preposti ed al personale specializzato delle Società SOLACEM ed ISECOLD, si riusciva a spegnere l’incendio scoppiato a bordo della nave, a prestare soccorso al marittimo infortunato ed a verificare il contenuto del pacco sospetto, rivelatosi essere materiale elettrico destinato alla nave ormeggiata.

L’esercitazione si concludeva pertanto positivamente confermando la grande sinergia esistente tra gli enti ed i Comandi preposti al controllo e alla sicurezza sul territorio di Torre Annunziata e l’attenzione posta all’addestramento per le situazioni di emergenza.

L’occasione ha permesso altresì di testare, con esito positivo, l’efficienza dei sistemi di allarme ed antincendio fissi di cui il porto di Torre Annunziata è dotato.