I carabinieri della stazione di Torre Annunziata hanno arrestato un 26enne del luogo, già noto alle forze dell’ordine, resosi responsabile di tentata estorsione e danneggiamento ai danni della sorella 21enne. Con un casco ha infranto il lunotto dell’auto della sorella e poi ha tentato di estorcerle 2.000 euro, che gli occorrevano per pagare suoi debiti di gioco.

I militari, intervenuti su richiesta della giovane vittima, hanno bloccato e arrestato il 26enne mentre tentava di darsi alla fuga. È stato portato a Poggioreale.