Torre Annunziata. "Un regalo per gli amici del Palazzo". Tentata estorsione ai danni di un imprenditore oplontino: fermato Raffaele Raia, 35 anni, legato al clan Gionta e figlio dell'ergastolano Amedeo. L'operazione é stata condotta dai carabinieri del Nucleo investigativo di Torre Annunziata, agli ordini del maggiore Leonardo Acquaro. La dda di Napoli contesta a Raffaele Raia anche l'aggravante delle finalità mafiose. L'uomo è stato trasferito in carcere.