E’ fallita la trattativa per mandare a casa il sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione. Settimane di summit sono così andate in fumo. Non è stata trovata l’intesa tra minoranza e alcuni consiglieri della maggioranza.

LA POLEMICA. A confermare l’ipotesi di una rottura sono le schermaglie a distanza, su Facebook, tra Pierpaolo Telese e Davide Alfieri.

A dare il via alle polemiche è stato lo stesso Telese. “In queste settimane ho profuso ogni sforzo per far da raccordo tra le varie anime che avrebbero dovuto, unendosi, anzi dimettendosi, determinare lo scioglimento. L'esito, però, ad ora, è ben lontano.  Inutili tatticismi, insormontabili velleità personali, vendita (meglio svendita) al miglior offerente rendono l'obiettivo, allo stato, irraggiungibile”.

Poi ha sferrato anche l’ultima stoccata. “Eviterò di venire perché si preannuncia l'ennesimo teatrino in cui spartirsi le spoglie della democrazia. E rinnovo pubblicamente, la mia disponibilità, invece, per concorrere insieme ad altri eventuali volenterosi a mandar a casa quel che resta di un quindicennio sciagurato di malgoverno e mala politica”.

Pungolato da questo post, Davide Alfieri ha risposto a distanza. “Domani sarò presente e per la volontà di chi mi ha votato sarò contro questa amministrazione, come dal primo giorno di consiliatura”. Successivamente il chiaro riferimento a Gaetano Veltro. “Ci sarò anche contro la volontà di chi fino a ieri faceva parte dell’Amministrazione chiedendo oggi lo scioglimento senza rappresentare neanche il suo voto per ripicche personali”.