A Torre Annunziata le porte della Boxe Vesuviana si spalancano per accogliere Emanuele Filiberto. Il neopresidente del Savoia Calcio a sorpresa nella storica palestra di Lucio Zurlo per una full-immersion nel mondo del pugilato oplontino. "Sono molto felice di essere qui. Questa è una realtà importante per i ragazzi del territorio. I maestri sono costantemente al lavoro per trasmettere solidi valori e allontanare le insidie della strada. Noi dell'Academy condividiamo questo nobile obiettivo. La chiave è puntare ai giovani per costruire una società migliore. Il calcio e il pugilato diventano strumenti sociali per accompagnare i più piccoli verso percorsi di vita sani e all'insegna della legalità".

Ieri sera, accompagnato da Vincenzo Sica e Nazario Matachione, Emanuele Filiberto ha assistito con entusiasmo agli allenamenti dei ragazzi. Più di un'ora nella palestra in cui si è allenata Irma Testa per conoscere la realtà sociale che ha messo in piedi il Maestro Lucio, un'istituzione a Torre Annunziata. Sulla parete della Boxe Vesuviana c'è la storia del pugilato oplontino. Dalla foto di Gaetano Nespro a quella di Irma testa. Sotto la guida di Biagio Zurlo, il Principe ripercorre le straordinarie carriere dei pugili torresi.

La visita a sorpresa di Emanuele Filiberto simboleggia l'intenzione di volere conoscere ogni aspetto di Torre Annunziata, al di là del ruolo di Presidente del Savoia Calcio


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

vai alle foto