Gemellaggio tra Torre Annunziata e la città di Sakal in Senegal.

La giunta municipale ha approvato l’atto deliberativo a firma del sindaco Vincenzo Ascione, dell’assessore alle Politiche Sociali Stefano Mariano e dell’assessore alla Cultura Aldo Ruggiero. La proposta di gemellaggio verrà portata in Consiglio Comunale per l’approvazione.

Il comune oplontino, su proposta dell’Associazione “Ubuntu”, ha già concesso nei mesi scorsi il proprio Patrocinio Morale al progetto “Usines des femme” di Yaridakar, piccolo villaggio del distretto di Sakal. L’iniziativa no-profit, finanziata da “International Organization for Migration”, si concentra nella Regione di Louga nella sezione nordoccidentale del Senegal, tra le quattro più povere del Paese, la cui economia si basa principalmente sulla coltivazione di cereali e legumi. Il progetto portato avanti in questi mesi dell’Associazione “Ubuntu” ha consentito il rilancio dell’agricoltura sostenibile attraverso la creazione di un orto come strumento per incentivare l’occupazione femminile.

“L’amministrazione comunale – affermano il sindaco e gli assessori – intende consolidare il rapporto di amicizia con la città di Sakal attraverso la formale costituzione di un gemellaggio, con lo scopo di avviare iniziative di scambio in campo economico, sociale e culturale; far conoscere a ciascuna città la realtà, gli usi e i costumi dell’altra; realizzare iniziative, come mostre e convegni, e organizzare scambi culturali tra i cittadini dei due Paesi”.