Il Comune di Torre Annunziata conferirà la cittadinanza onoraria 'post mortem' a Giancarlo Siani. A deciderlo è stata l’Assise, che si è riunita questa mattina in via Schiti, proprio nell’aula dedicata al giornalista de “Il Mattino” assassinato dalla camorra 34 anni fa.

La cerimonia di conferimento avverrà il prossimo 23 settembre (giorno dell'assassinio di Giancarlo SIani), istituito come giorno della "Libertà di Stampa”. Inoltre verrà anche installata una panchina recante il tricolore con una frase del poeta francese Jacques Prévert: “Quando la verità non è libera, non è vera", con tutta probabilità in piazza Giovanni XXIII della Pace, seguendo l’idea fornita dai giornalisti Sandro Ruotolo e Paolo Borrometi.

Soddisfazione nelle parole del consigliere Pierpaolo Telese. “Oggi la città si riconcilia con il ricordo e la memoria di un giovane giornalista, che ha dedicato una breve parte della sua vita nel tentativo di raccontare una città che si era piegata al male. E’ una giornata importante perché compiamo un passo verso i familiari di Giancarlo, che ancora oggi non hanno accettato la sua perdita. Ora Torre Annunziata è una città diversa. Ringrazio Sandro Ruotolo, un giornalista che svolge ancora con passione il proprio lavoro, il sindaco Vincenzo Ascione e il presidente del Consiglio Comunale Rocco Manzo e tutti i membri dell’Assise, che hanno votato in maniera unanime la proposta, tralasciando le divergenze politiche”.

Plauso anche da parte di Giuseppe Raiola, capogruppo del Pd. “E’ un’iniziativa importante, ma non bisogna dimenticare, che abbiamo omaggiato Siani già in tanti altri modi. A cominciare dall’intitolazione della scuola elementare in via Tagliamonte”.

Il conferimento avverrà in via ufficiale il prossimo 13 dicembre nell'Aula Consiliare in via Schiti.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"