“Libera non è solo memoria, non a Torre Annunziata”. Con questo spirito Michele Del Gaudio, l’ex magistrato e attuale referente oplontino dell’associazione, presenta il programma della ‘Giornata della memoria e dell’impegno Luigi Staiano’.

“Dal 2001 – continua Del Gaudio – nella nostra città abbiamo abbinato la memoria di chi ha sacrificato la propria vita a causa della mafia con l’impegno a contrastare le associazioni criminali. A Luigi Staiano, in particolare, abbiamo legato il dovere di lottare contra la povertà che favorisce l’espansione criminale. La camorra e tutte le mafie utilizzano gli strati sociali più poveri della popolazione per reclutare manovalanza”.

L’EVENTO. Venerdì 3 luglio alle ore 20 in villa comunale sarà presentato il progetto per la raccolta serale delle eccedenze dei prodotti alimentari ancora genuini, presso ristoranti, pizzerie, rosticcerie e panetterie, portandoli in strutture che, poi, provvedano alla distribuzione ai più bisognosi.

L’iniziativa, inserita nella due giorni del ‘#SlowSudVillage’, sarà presentata attraverso un dibattito a cui parteciperanno Angela Staiano, vedova di Luigi, Giosuè Starita, sindaco di Torre Annunziata, Giuseppe Di Palma, assessore alle politiche sociali, Porfido Monda, dirigente politiche sociali, Giuseppe Franzese, Gianfranco Telese e Giuliano Vollaro, responsabili del progetto per Libera, Patrizia Spigno, fiduciaria Slow Food condotta del Vesuvio, Rosario Stornaiuolo, referente regionale ‘Miseria Ladra’ e Federconsumatori, ed Antonio D’Amore, referente provinciale di Libera.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"