TORRE ANNUNZIATA. Resta ricoverata in prognosi riservata all’Ospedale “San Giovanni di Dio Ruggi d’Aragona” di Salerno, la donna 62enne di via Pastore, al confine con Trecase, che ha riportato un grave trauma cranico e un profondo taglio alla testa dopo un violento impatto tra 3 autovetture all’uscita del casello autostradale di Torre Annunziata nord.

Sulle condizioni della donna i sanitari del nosocomio salernitano (che l’hanno presa in cura dopo il primo ricovero al “San Leonardo” di Castellammare di Stabia) mantengono il più stretto riserbo e la situazione è monitorata con estrema cura dai dottori. La prognosi sarà sciolta solo nel giro delle prossime 24-48 ore.

La 62enne, a seguito dell’incidente avvenuto sabato sera intorno alle 20:30, ha battuto con forza la testa sul cruscotto: rientrava a casa uscendo dall’A3 in auto e in compagnia di suo marito, P.D., 75enne oplontino che per fortuna nell’impatto è rimasto lievemente contuso. A bordo della terza vettura coinvolta, invece, un giovane presto dimesso dall’Ospedale di Torre del Greco con lievi escoriazioni.

L’INCIDENTE. Ancora oscura la dinamica dell’ultimo incidente del week-end. A chiarirla saranno i vigili urbani di Torre Annunziata (agli ordini del comandante Antonio Virno). Due le pattuglie della polizia municipale, intervenute sabato sera all’uscita dell’autostrada per portare i primi soccorsi ai tre feriti.

Forse l’alta velocità il motivo del violentissimo impatto. Sull’asfalto sono state inoltre rinvenute alcune macchie d’olio. Dalle prime ricostruzioni degli agenti non emergerebbe, invece, alcun segno di frenata lungo il tratto di strada interessato dall’incidente.