I gestori dei lidi oplontini raccolgono l’appello delle associazioni del territorio e della parte attiva della cittadinanza e chiedono maggiore sicurezza lungo tutto il litorale, soprattutto durante i week-end.

La petizione pubblica per chiedere più controlli da parte delle forze dell’ordine e l’istituzione di un presidio di primo soccorso in viale Marconi è arrivata anche nei lidi di Torre Annunziata e i gestori si sono uniti compatti nel chiedere maggiore sicurezza e più presenza di divise lungo il litorale. In pochi giorni, centinaia sono state le firme raccolte tra gli avventori dei lidi e la petizione, nata dopo la tragedia della piccola Vittoria annegata in mare, ha scosso la coscienza di tutti diventando un vero e proprio grido di allarme all’indirizzo delle istituzioni.

“Ogni estate l’amministrazione comunale era solita organizzare un briefing prima dell’apertura dei lidi e le nostre richieste riguardavano sempre la sicurezza e più presenza delle forze dell’ordine – commenta Alfredo Vitagliano, gestore del Lido Azzurro – Perciò la petizione sostiene quello che noi gli scorsi anni abbiamo sempre ribadito ai nostri amministratori”.

Presidio di primo soccorso, controlli, piano parcheggi e istituzioni di isole pedonali, soprattutto nei fine settimana, per regolamentare un flusso di 8/9000 bagnanti che si riversa sulle spiagge oplontine sono i punti sui quali si concentra l’attenzione dei gestori.

“Quest’anno stiamo registrando il boom di presenze di stranieri sulle nostre spiagge. I B&b sono pieni e molti in visita alla vicina Pompei ci stanno scegliendo per trascorrere qualche giornata al mare – continua Vitagliano – Guardiamo lontano, cogliamo queste occasioni curando l’immagine della città, soprattutto di questa parte. Noi facciamo la nostra parte attrezzando le nostre strutture, ma non basta!”


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"