L'ex Spolettificio e il suo futuro creano preoccupazione a Torre Annunziata. Tra i dipendenti, ma anche nei cittadini preoccupati di perdere un'altra realtà produttiva.

Il futuro occupazionale dei lavoratori dell'ex Spolettificio di Torre Annunziata è al centro di un'interrogazione parlamentare al ministro della
Difesa Lorenzo Guerini presentata dal deputato M5S Luigi Gallo.

Un'iniziativa volta a conoscere ''la strategia del suo Ministero - afferma Gallo - sulle realtà della difesa che hanno subito una riconversione industriale. In particolare, ho segnalato la
produzione di mascherine chirurgiche FFP2 e FFP3 allo spolettificio di Torre Annunziata e che nonostante il contratto stipulato per la durata di quattro anni sembra ottenere uno
stop''.

''Arrivano notizie dai lavoratori - prosegue il parlamentare pentastellato - che è stato fatto un drastico taglio del personale, con 37 licenziamenti, e c'è il rischio che i
licenziamenti potrebbero colpire anche i restanti 19. In ottica di investimenti nel comparto difesa che il ministro e il premier Draghi hanno rivendicato, non vorrei che ad essere tagliati
fossero proprio i comparti civili e non il comparto armi come da noi richiesto. Ricordo che lo spolettificio di Torre Annunziata
in due anni ha registrato un utile di 3,5 milioni di euro''.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"