“I Say I sto ccà”. Si è affidato a Pino Daniele il Liceo Artistico “De Chirico” di Torre Annunziata per raccogliere i propri studenti otto mesi dopo l’ultima volta. La creatività non è mai stata un problema per l’istituto del preside Felicio Izzo, che nella giornata odierna ha dato il benvenuto a tutti gli alunni delle prime.

Il “De Chirico” si è organizzato nel miglior modo possibile in attesa che nella giornata di domani si presentino anche gli studenti delle classi successive.

L’organizzazione è stata a dir poco capillare. Due le entrate destinate all’ingresso e all’uscita: quella principale in via Vittorio Veneto e un’altra in via Vagnola. Altrettanti i percorsi, che saranno di colore giallo o rosso. Il primo gruppo di classi entrerà alle 8 in punto, 20 minuti più tardi il secondo.

La prevenzione, ovviamente, è in cima alla lista per il “De Chirico”. Questa mattina a ogni alunno sono state consegnate 4 mascherine monouso e un “patto educativo di responsabilità” che sarà firmato anche dai genitori dei ragazzi. Attrezzata, nei pressi della palestra,anche l'Aula Rispetto, adibita per gli eventuali casi sintomatici da Covid.

Il preside Izzo ha voluto personalmente entrare in tutte le classi per fornire tutte le informazioni e le rassicurazioni ai propri studenti. “Stiamo lavorando da settembre, abbiamo fatto tutto il possibile per quelli che sono i nostri spazi e le possibilità”.

Poi sul problema banchi ha aggiunto. “Purtroppo quelli monouso richiesti non sono arrivati per tutte le classi, in alcuni casi saremo costretti ad accoglierli solo con le sedie (vedi foto). Sarà un nuovo inizio, ma prima o poi bisognava cominciare”.

vai alle foto

Il caso

Il rientro del Pitagora

la riapertura alla Pascoli