“E’ tempo di assumere scelte chiare e decise, in un momento che ci impone senso di responsabilità alla luce degli eventi accaduti. Non è più il tempo del malaffare. O si fa così oppure si va a casa”.

Il sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione ha finalmente rotto gli indugi sulla presentazione della nuova giunta. A meno di ulteriori colpi di scena, gli assessori saranno Lorenzo Diana, Stefania Caiazzo, Raffaele Pignataro, Anna Vitiello, Luigi Cirillo, Vincenzo Caputo e Carolina Collaro.

Quest’ultima, di professione architetto, è espressione della volontà del sindaco che ha chiesto in questi giorni alle forze di maggioranza dei nomi di spessore da portare all’attenzione del primo cittadino. “Quasi tutte le forze politiche a mio sostegno sono state disponibili a individuare insieme a me figure più distaccate dalla realtà cittadina. Altri non hanno ritenuto opportuno farlo, pur lasciandomi libertà di scelta. Bisognava però chiudere questa squadra e laddove non c’è stata indicazione a supporto ho ritenuto opportuno fare la mia scelta”.

Una decisione che però potrebbe anche creare qualche grattacapo e far traballare i numeri a sostegno di Ascione: “In questi casi il senso di responsabilità va chiesto a tutti. Alla minoranza per abbassare i toni delle discussioni, alla maggioranza per far capire che c'è bisogno di fare scelte nette e decise. Qui non è più il tempo del malaffare. Le Pubbliche Amministrazioni devono essere votate alla trasparenza e al contrasto della criminalità. Spero che la nuova giunta possa esprimere subito questi concetti”.

vai al video

l'annuncio

La mozione