Il sindaco con il bilancio ha superato il test e incassato i voti necessari per andare avanti nel governo di Torre Annunziata, ma il Pd continua sulla rotta intrapresa e prepra il dopo Ascione. "Il voto contrario del PD al bilancio presentato dalla Giunta rappresenta un atto politico che ribadisce la necessità di un profondo cambiamento dopo l'esaurimento di un'esperienza amministrativa avviata nel 2017" è il commissario cittadino Paolo Persico, che dichiara definitivamente chiusa l'esperienza con il sindaco sostenuto alle urne.

"Si è scelto di andare avanti accentuando i caratteri di debolezza politica e di efficacia amministrativa dell'attuale Giunta.  In questo modo si aggravano i problemi della città e si consolida il distacco tra cittadini e istituzioni" si sottolinea in una nota a firma dei Dem di Torre Annunziata.

"Il PD lavorerà, nei prossimi giorni, per rilanciare un confronto con la città, per elaborare insieme idee e proposte per lo sviluppo e una nuova qualità urbana e costruire una larga e coesa alleanza politica e civica nel solco di una ispirazione progressista e riformista.

Dopo il voto nelle grandi città e la vittoria del centrosinistra a Napoli si apre una fase politica nuova, che vede impegnato il PD nella guida del governo della citta' metropolitana e, partendo proprio dai comuni, teso a rafforzare le politiche di riforme e di equità sociale per superare la crisi economica e la drammatica crescita delle diseguaglianze" sono i tempi su cui i democratici guardano al futuro in provincia di Napoli.

Poi l'appuntamento: "Lunedì, 11 Ottobre alle ore 12 presso la sede del PD di Torre Annunziata, presenteremo in un incontro aperto alla stampa un'agenda di lavoro e di proposta per raggiungere questi obiettivi e rafforzare l'iniziativa del PD." 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"