Torre Annunziata. Pomeriggio quasi da far west al rione Penniniello: in manette il figlio del ras, scatta la rivolta del quartiere. Un poliziotto, per sedarla, è così costretto a sparare un colpo di pistola in aria.

Gli agenti del Commissariato oplontino (primo dirigente Vincenzo Gioia) hanno arrestato ieri Raffaele Gallo, di 18 anni, figlio del ras Francuccio alias 'Pisiello'. In manette con Gallo jr., accusato a vario titolo di resistenza, violenza e lesione a pubblico ufficiale, è finito anche un suo amico: il 26enne Vincenzo Somma.

Entrambi, ieri, viaggiavano in sella ad uno scooter. Gallo jr. e Somma hanno deciso di non fermarsi all'alt intimatogli da una pattuglia della polizia, impegnata in una vasta operazione di controllo del quartiere. Da lì, poi, è scattato un vero e proprio inseguimento, terminato poco dopo. La polizia ha raggiunto i fuggitivi, ammanettandoli.

Ma Gallo jr., per evitare l'arresto, avrebbe 'guidato' una sorta di rivolta con almeno quindici persone, tra cui diverse donne, protagoniste di spintoni ed insulti ai danni delle forze dell'ordine. Per sedare gli animi, uno dei poliziotti intervenuti è stato dunque costretto a sparare un colpo d'arma da fuoco in aria.