È un via vai di gente al civico 70 di piazza Ernesto Cesaro a Torre Annunziata da quando l’Associazione Senza Frontiere ha iniziato una raccolta per aiutare le persone che scappano dalla guerra, in arrivo a Napoli e provincia.

Fondata nel 2009 per supportare le persone straniere in arrivo nei comuni vesuviani, l’associazione presieduta da Maria Rosaria Sammarco è stata la prima a scendere in campo per spingere alla solidarietà la cittadinanza oplontina. Solidarietà che non si è fatta attendere visto che, in pochi giorni, la sede è stata inondata di scatoloni contenenti non solo abbigliamento e giocattoli, ma anche generi alimentari e finanche cibo per animali. Materiale poi che la Protezione Civile di Trecase provvederà a distribuire ai profughi ucraini, il cui arrivo è previsto tra qualche giorno nei paesi a nord di Napoli.

“Siamo stati molto colpiti dalla risposta delle persone al nostro appello – spiega la presidente Sammarco – Molti hanno lasciato le loro donazioni davanti la porta dell’associazione e sono andati via senza poterli nemmeno ringraziare”.

Per chi volesse offrire il proprio contributo, la sede è aperta il lunedì, mercoledì e giovedì, dalle 16.30 alle 18.30. Per info è anche disponibile la pagina Facebook associazionesenzafrontiere.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"