Incendio al porto di Torre Annunziata, è stato un petardo ad innescare incendio: lo ha detto la Guardia Costiera.

Dopo rapide verifiche effettuate a seguito dell’incendio che ha interessato il porto di Torre Annunziata nella notte di Capodanno è stato possibile risalire alle cause che lo hanno scatenato. Dall’analisi dei filmati della videosorveglianza portuale è emerso chiaramente come l’incendio abbia avuto inizio a causa di un fuoco pirotecnico, molto probabilmente un razzo di segnalazione di tipo marino, lanciato da ignoti presumibilmente per festeggiare l’arrivo del nuovo anno, che ha rovinosamente terminato la sua parabola sul materiale di deposito situato nei pressi del muro di cinta del deposito costiero del gasolio situato nella zona sud del porto.

Quanto accaduto non fa che rimarcare la pericolosità dell’utilizzo improprio dei fuochi pirotecnici ed in particolar modo dei razzi di segnalazione marini che nascono con ben altre e più nobili finalità.

Ricordiamo che il celere intervento delle forze impiegate, Guardia Costiera, Vigili del Fuoco, Polizia e Carabinieri, unitamente alla squadra di sicurezza della Ditta Isecold, ha evitato più gravi pericoli al porto ed alla città.

“Raccomandiamo caldamente – ha dichiarato la Guardia Costiera - di smaltire i razzi di segnalazione marini nelle modalità e secondo le procedure di legge al fine di evitare falsi allarmi o episodi come quello verificatosi nella notte di Capodanno a Torre Annunziata. Un piccolo gesto di buon senso avrebbe risparmiato di certo l’increscioso incidente portuale verificatosi ed avrebbe preservato dal pericolo il porto, la città e tutto il personale intervenuto per domare l’incendio”.

Incendio Isecold. il Meetup denuncia: “Aggiornate Piano Emergenza”

L'incendio