E' ancora molto scosso Crescenzo Visiello, proprietario della "pizzeria Plinio" di Torre Annunziata, che intorno alle 2,30 di questa mattina è stata colpita dall'esplosione di una bomba carta. "Per fortuna siamo subito ripartiti ha dichiarato- e per questo devo ringraziare le persone che ci hanno aiutato a essere operativi già a partire da stasera".

Le attività della storica pizzeria sono, quindi, già ripartite, ma si fa la conta dei danni. "E' andata ovviamente in fratumi la saracinesca e varie attrezzature all'interno del locale - ha concluso- Comunque ci ha fatto piacere non essere stati lasciati soli in un momento difficile come questo".

LA VISITA. In tardo pomeriggio una delegazione dell'Osservatorio per la Legalità ha fatto visita al locale colpito dall'attentato per dimostarare la propria vicinanza. Erano presenti il presidente Giovanni Taranto, Pasquale Del Prete, presidente dell'associazione FAI di Ercolano, don Ciro Cozzolino, referente del presidio Libera, don Antonio Carbone, della Onlus Piccoli Passi Grandi Sogni, Matteo Vitagliano, sindacalista della Cisl e Antonello Sannino dell'Anpi e dell'Arcigay.

Queste le parole di Giovanni Taranto. "Abbiamo voluto dare un segnale forte in un momento così difficile per quest'attività. Annuncio che a breve verrà organizzata una nuova passeggiata antiracket, che partirà proprio dalla pizzeria Plinio".

vai alle foto

le reazioni

Incubo racket