Maurizio Iovino rieletto nel direttivo campano della Federazione Italiana Vela.

Un’importante conferma per il direttore sportivo del circolo nautico Arcobaleno di Torre Annunziata: “Ho riflettuto sul mio percorso di vita. La vela, oltre che ad essere un’irrinunciabile costante esistenziale, ha sempre occupato una posizione di assoluto privilegio”.

Si tratta di un altro tassello importante nel percorso di Iovino. Socio fondatore e Direttore del CNArcobaleno, consigliere e referente tecnico del Comitato Vele di Levante, consigliere di Zona dal quadriennio 2009-2012 con il Presidente Giovanni Pellizza (responsabile del settore carte federali) e poi nei quadrienni 2013–2016 e 2017–2020 con il Presidente Francesco Lo Schiavo (consigliere di Zona e Segretario). Dal 2019 Referente del Comitato di Zona per la formazione degli istruttori.

“Chi mi conosce lo sa bene, le mie grandi passioni sono il diritto e il mare – ha spiegato Iovino -. Entrambi mi hanno insegnato ad impegnarmi al massimo e a mantenere distanza e lucidità dai problemi, che vanno affrontati e risolti senza perdersi in nervosismi infruttuosi: essere pacati e concilianti paga. Il diritto mi ha formato ai valori dell’integrità, dell’onestà, dell’amore per la verità. Dalla navigazione ho imparato a prendere decisioni anche in tempi stretti e in situazioni difficili, a gestire e guidare l’equipaggio con sicurezza e attenzione, trovando sempre il modo giusto di comunicare, perché tutto parte dalla fiducia e dal rispetto reciproco. Penso che la scuola di vela sia il cuore pulsante di ogni club sportivo, è lì che si impara, direttamente sul campo, superando le tante difficoltà che ben conosce chi va per mare”.