La Commissione Prefettizia di Torre Annunziata in campo contro gli abusivi. A fine novembre al via gli sgomberi per ripristinare la legalità. Nel mirino della triade anti-camorra i box di via Tagliamonte e il Rione Penniniello. In bilico il futuro di 40 cittadini oplontini. 

A coordinare le tre operazioni di sgombero previste per il prossimo mese saranno gli agenti della Polizia Municipale agli ordini del Tenente Colonello Giovanni Forgione. All'orizzonte uno scenario drammatico in cui saranno circa 40 persone le persone a finire per strada. I box in via Tagliamonte furono assegnati regolarmente ad otto famiglie poi nel 2018 scattò la prima ordinanza di sfratto, che però fu ignorata. Ad oggi con l’imminente riqualificazione dello Stadio Giraud lo sgombero non può essere più rimandato. Nei cinque anni precedenti non sono mai stati effettuati controlli. Il Comune non ha mai preso provvedimenti, al contrario sarebbe stato proprio l’ex sindaco Vincenzo Ascione a rassicurare le famiglie. Ennesimo pasticcio dell’ex amministrazione responsabile dello scioglimento per camorra.

Previsti sgomberi anche al Rione Penniniello. I caschi bianchi interverranno nel quartiere della zona sud per un’operazione contro gli abusivi. A novembre 12 famiglie, circa 40 persone, non avranno più un tetto sulla testa. Povertà, emergenza abitativa e dramma occupazionale. In arrivo un mese nero per Torre Annunziata.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"