La Commissione d’accesso chiede la proroga del mandato. E’ questa la linea scelta dai tre commissari, che hanno inviato la richiesta formale al Prefetto e al Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Non sono bastati tre mesi di lavoro per terminare le verifiche sull’operato dell’Amministrazione guidata da Vincenzo Ascione. La Commissione ha dovuto lavorare con non poche difficoltà, visto anche il ritardo nella consegna degli atti firmati da parte dell’Ente.

L’affare porto, i lavori per le Universiadi allo Stadio Giraud e soprattutto la gestione dei beni confiscati alla criminalità sono in cima alla lista della Commissione. Ma anche i legami di parentela ‘sospetti’ di almeno sei consiglieri consiglieri comunali.

I commissari nel corso delle prossime settimane si concentreranno su particolari atti dove vogliono vederci chiaro. Non è escluso che possano chiedere altri documenti ai funzionari degli uffici comunali. Il rischio è che si possa arrivare all’avvio della prossima campagna elettorale in primavera, con l’ombra di uno scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni.

Non è, quindi, salvo il sindaco Vincenzo Ascione.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"