L’assessore Martina Nastri si è dimesso come assessore alle politiche sociali del Comune di Torre Annunziata. Era già nell’aria che l’esponente della lista civica Generazione 2.0 lasciasse il posto al suo capogruppo Luigi Cirillo, che darà spazio in consiglio comunale a Michele Avitabile.

Infatti il regolamento del Movimento vuole che nessun mandato di ogni singolo assessore non deve durare più di diciotto mesi. La stessa cosa era avvenuta già in precedenza con Floriana Vaccaro.

Martina Nastri lascia dopo aver dovuto condurre anche la prima fase dell’emergenza Coronavirus. Queste le sue parole. “Ringrazio il consigliere Luigi Cirillo e Carlo Iavarone, che che sin dagli albori ha puntato su di me, coinvolgendomi in un percorso tanto formativo ed emozionante quanto impegnativo e delicato - sia il gruppo di Federazione Civica, che ha rappresentato la giusta coesione non solo politica ma di intenti, programmazioni ed obiettivi da perseguire e raggiungere.

Inoltre un pensiero anche a tutti i colleghi della Giunta con i quali abbiamo condiviso assieme o scelte e valutazioni, con l’unico obiettivo di dare risposta ai problemi ed alle attese dei cittadini, nonché l’opposizione per l’attenzione rivolta al nostro operato politico amministrativo e per il sempre corretto esercizio del confronto democratico”.

Infine il suo bilancio. “Sono stati mesi intensi in cui si è lavorato incessantemente per il raggiungimento di obiettivi concreti per la cittadinanza, dalle attività inerenti alle rete nazionale della gentilezza all’inclusione scolastica, dalla rete delle spese solidali all’ampliamento dei beneficiari dei pacchi alimentari ordinari, dai voucher spesa ai centri estivi per i più piccoli, dai bonus fitti all’assistenza domiciliare, dai centri sociali per anziani alle attività insite nei centri famiglia e centri antiviolenza che vantano di operatori capaci e preparati.

Ebbene un grazie a tutti coloro lavorano in ognuno degli uffici dell’Ambito 30 con assoluta dedizione e professionalità, in particolare al Dirigente Anaclerio, verso cui va tutta la mia stima. Lo spirito propositivo, collaborativo e di fiducia che ha contraddistinto la nostra azione, ha reso questi mesi ricchi di iniziative ed eventi a vantaggio della promozione del territorio. In un periodo delicato e carico di tensioni, tutt’ora in atto, ritengo e spero di aver contribuito alla crescita e alla valorizzazione della nostra città, proponendomi ed attivandomi, in costante rapporto di interazione e di collaborazione con le istituzioni, con il mondo delle associazioni e con gli operatori economici locali, nella convinzione che la nostra storia millenaria e il nostro territorio sono la nostra risorsa più preziosa”.