Scultura e oggetti delle ville romane a Torre Annunziata: la mostra “Oplontis, il fascino e la bellezza” è stata prorogata fino al 31 dicembre 2020.

Con la delibera di giunta numero 312 è stato compiuto l’atto di indirizzo per il prolungamento dell’esposizione che racchiude alcuni dei tratti identitari della città di Torre Annunziata. La mostra, attiva dal 10 marzo 2016 al Museo dell’Identità di Palazzo Criscuolo, fornisce una testimonianza della realtà oplontina all’epoca dell’eruzione del Vesuvio del 79 d.C..

Nei prossimi giorni verrà stipulato un nuovo protocollo d’intesa tra amministrazione comunale e Parco Archeologico di Pompei. Le risorse economiche necessarie a garantire la copertura della spesa per il prosieguo dell’esposizione museale verranno stanziate nel bilancio 2020.

Con la nota protocollata n.113 del 13 dicembre 2019 il direttore Generale Massimo Osanna ha dato parere favorevole alla ulteriore proroga proroga di un anno, “considerati gli impegni presi dall’amministrazione comunale di Torre Annunziata per rafforzare le misure di sicurezza, la regolamentazione della biglietteria e la revisione dell'allestimento della mostra”. Il parere resterà subordinato al prolungamento della polizza assicurativa dei reperti in prestito che dovrà al più presto essere trasmessa al parco archeologico.

La sede di Palazzo Criscuolo, dopo la prima fase è stata integrata con l’esposizione di un Presepe del ‘700 Napoletano dell’Associazione “Amici del Presepio” e una pregiata collezione di Armi da guerra del periodo borbonico della Real Fabbrica d’Armi, che hanno reso il Museo un attrattore culturale di rilievo.

In basso la galleria fotografica e il servizio video realizzati in occasione dell'inaugurazione.

vai alle foto

vai al video