"Un atto di legalità". Così Enrico Caterino, commissario prefettizio di Torre Annunziata, ha spiegato il motivo per il quale ad alcuni negozi della città è stata proibita l'accensione delle luci di Natale. Una mossa che non è piaciuta a tanti in città. Nel corso della mattinata di martedì, c'è stato l'intervento da parte della municipale e dei carabinieri su ordine del Suap. Secondo l'Ente non era giuna alcuna autorizzazione e quindi erano abusive.

"Vogliamo cambiare questa città partendo dalla legalità -ha affermato Caterino al termine della conferenza stampa per la presentazione degli eventi di Natale in via Schiti- I commercianti in questione non avevano alcun titolo per l'installazione ed è stato giusto che siano stati fermati. Stessa cosa riguardo alla situazione del cimitero, per la quale abbiamo ricevuto altre segnalazione. E' ora di dare una svolta".

Aperta la polemica anche nei confronti di Giuseppe Manto, che dopo l'episodio ha deciso di dimettersi da presidente di Confcommercio. "Da lui ci saremmo aspettati parole di elogio -ha conclusio il commissario prefettizio- Al posto di fare uscite del genere avrebbe dovuto fare un plauso al nostro atto di legalità".


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

Il caso