Territorio, cultura, legalità. Trame di sviluppo e rinascita sociale. Agli scavi di Oplonti, a Torre Annunziata, se ne parlerà mercoledì 18 settembre (a partire dalle 18) in un dibattito organizzato dalla sezione torrese dell’Associazione Nazionale Magistrati, guidata dal Giudice Mariaconcetta Criscuolo, che aprirà la discussione. A seguire gl’interventi del prof. Massimo Osanna, direttore del parco archeologico di Pompei, del dott. Sandro Pennasilico, che fino a pochi mesi fa ha guidato la Procura di Torre Annunziata, dell’avvocato salernitano Lorenzo Lentini, presidente del CUSI (centro universitario sportivo italiano) e di don Antonio Loffredo, il parroco della basilica napoletana di Santa Maria alla Sanità. In serata il cocktail di benvenuto e il concerto Kaleidos, con Marina Bruno (voce), Giuseppe Di Capua (pianoforte), Giuseppe La Pusata (batteria), Gianfranco Compagnoli (tromba e flicorno) e Davide Costagliola (contrabbasso).

L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria presso i contatti SCABEC (mail: [email protected]) per il limitato numero di posti e per questioni di sicurezza.

L’evento si inserisce quale fuori programma del Campania by night, il circuito di aperture serali dei siti culturali campani proposto dalla Scabec, la società della Regione Campania che opera per la valorizzazione e promozione dei beni culturali e che ha aperto al pubblico, nelle ore serali, la reggia di Carditello, il parco archeologico di Paestum. In programma, a settembre, aperture serali degli scavi di Ercolano, visite alle rovine dell’antica Capua, delle fratte a Salerno, del museo di Pontecagnano, oltre ad una mostra fotografica ad Ischia.

Mercoledì, intanto, tocca alle bellezze di Oplonti che saranno illuminate, oltre che dalla luce artificiale, dagli alti interventi dei convegnisti.