I numerosi fatti di cronaca che vedono coinvolti giovani, poco più che adolescenti, in vicende di spietata e inaudita ferocia impongono una riflessione sull’intero scenario in cui vivono, per comprendere e contrastare la dilagante violenza giovanile.

Per farlo non si può che partire dalla piaga della dispersione scolastica, sulla quale da tempo si è focalizzata l’attenzione dell’Ambito Sociale N30, con un sistema di monitoraggio continuo e costante.

La dispersione scolastica rappresenta un fenomeno molto complesso determinato principalmente dal basso grado di scolarizzazione del nucleo familiare e, in particolare, delle figure genitoriali. La pandemia, la didattica a distanza, connessa alla limitata disponibilità e alla scarsa capacità di utilizzo delle nuove tecnologie, spesso aggravata dal numero di minori presenti in famiglia, ha determinato un anomalo incremento delle segnalazioni di inadempienza scolastica ai servizi sociali da parte degli istituti scolastici.

In particolare, il fenomeno è risultato molto più rilevante a Torre Annunziata che in tutti gli altri Comuni dell’Ambito N30. Se negli anni scolastici dal 2016 al 2019 il numero degli alunni frequentanti le scuole primarie e secondarie di I e II grado segnalati per inadempienza sul territorio oplontino si aggirava intorno ai 100/150, nell’ultimo anno scolastico 2020/2021 sono saliti a quasi 300, pari al 4.2%.

Di questi il 50%, dopo essere stati contattati dal personale dei servizi sociali, ha ripreso la frequenza in presenza, il 32% non ha ripreso a frequentare, il 14% ha ripreso saltuariamente e il 5% si è ritirato. In ultimo, gli alunni non ammessi alla frequenza dell’anno scolastico successivo rappresentano circa la metà sul totale dei segnalati.

Per la scuola primaria e secondaria di primo grado è emerso che la percentuale complessiva dei minori dispersi alla fine dell’anno scolastico 2020/2021 è dell’1,45% e dell’1,07 per la scuola secondaria di secondo grado.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"