“Il tempo di Umberto Bossi è finito. Con il nostro capitano Matteo Salvini abbiamo iniziato a tracciare un percorso ben diverso e tendenzialmente opposto, che unisce Nord e Sud”.

Il consigliere comunale in quota Lega Salvini a Torre Annunziata Mauro Iovane ha provato a dissociarsi dal contenuto delle dichiarazioni rilasciate da Umberto Bossi in occasione del Congresso del partito. “Mi sembra giusto aiutare il Sud altrimenti straripano come l'Africa": queste le parole pronunciate dal senatore, che manterrà la carica di presidente federale a vita.

Anche se il suo ruolo verrà molto probabilmente ridimensionato, resta l’imbarazzo che ha creato con le sue parole nei confronti di chi ha creduto nel progetto della Lega al Sud, compresa ovviamente Torre Annunziata.

“Con il congresso – ha spiegato Mauro Iovane - la Lega ha preso una grande direzione. Queste dichiarazioni le leggo solo come un uomo che sta capendo che il suo tempo ormai è terminato. Salvini e i vertici nazionali hanno tracciato un percorso diverso. E’ vero che Bossi ha fatto la storia della Lega Nord e va applaudito, ma non è la nostra storia”.

Un tentativo di allontanamento che limita – anche se non del tutto - i danni, provando così a porre l’accento sul doppio tesseramento, sdoganato anche in occasione del congresso. Si manterrà così allo stesso tempo l'iscrizione al partito separatista fondato da Bossi, abbracciando al contempo anche la nuova Lega dell'ex ministro dell'Interno. “E’ stata una provocazione inutile – ha concluso Mauro Iovane – che ha danneggiato chi invece sta provando a costruire qualcosa di buono anche al Sud”.