Torre Annunziata. E’ arrivato in condizioni disperate all’ospedale “Sant'Anna” di Boscotrecase Alfonso Lustri, 37 anni di Torre Annunziata, deceduto nella notte a seguito del violentissimo impatto tra il suo scooter elettrico ed un Honda SH. L’incidente è avvenuto ieri intorno alle 17 in via Roma (vedi link correlati, ndr).

Un’equipe medica composta da 4 chirurghi e 2 anestesisti, guidata dal primario Roberto Palomba, ha provato a salvargli la vita con un delicato intervento durato un’ora e mezza. Ma il quadro clinico di Lustri, panettiere molto noto in città, era già drammatico: “midriasi bilaterale, rene destro spappolato, tre litri di sangue nell’addome”. Il 37enne è stato operato in “morte cerebrale”, senza più sangue nel fegato e nella milza, nessun battito del polso. Funzionava solo il cuore.

Questo il tragico quadro fornito dalla cartella clinica di Lustri (cartella che sarà sequestrata come atto dovuto dagli inquirenti, prima dell’autopsia disposta dal magistrato di turno). Il 37enne è morto prima di essere trasferito al reparto di rianimazione dell’ospedale “Santa Maria della Pietà” di Nola. I medici del “Sant’Anna” di Boscotrecase, quando Lustri è entrato in sala operatoria, avevano spiegato ai familiari: “serve solo un miracolo, pregate”. Miracolo che non è avvenuto. Alfonso Lustri lascia la giovane moglie, Maria, di 34 anni, e due figli piccoli.  

foto facebook  

L'inchiesta

I DETTAGLI

MORTO CENTAURO

incidente