Ucciso per avere difeso la figlia. Dopo tre mesi dall'omicidio di Maurizio Cerrato preso il quarto uomo del branco che uccise il sessantunenne in un garage. È Francesco Cirillo, 70 anni, per gli investigatori il nome che mancava per assicurare alla giustizia le belve che hanno massacrato un papà arrivato in soccorso della figlia aggredita per un parcheggio a Torre Annunziata.

L'assassinio avvenne il 19 aprile, in cella sono già finiti i fratelli Scaramella e Antonio Cirillo, arrestato in mattinata dai carabinieri suo padre. Disposta anche una perquisizione nella sua abitazione alla ricerca dell'arma del delitto, quel coltello la cui lama non ha lasciato scampo alla vittima.

E gli investigatori, coordinati dalla Procura di Torre Annunziata, ora hanno chiuso il cerchio, nonostante omertà e silenzio abbiano ostacolato le indagini. 

vai al video