E’ passata la nuova tariffa Tari. A decretarlo è stato il consiglio comunale, che si sta tenendo questa mattina nell’aula consiliare di via Schiti a Torre Annunziata. La proposta è passata a maggioranza, con i voti contrari di Ciro e Davide Alfieri, Maria Teresa De Martino, Ermando Piccirillo e Pierpaolo Telese. Astenuti Bruno Avitabile e Mauro Iovane. Unico assente Pasquale Iapicca.

Secondo quanto riferito dall’assessore al bilancio Emanuela Cirillo, il nuovo regolamento prevede una riduzione per famiglie da 1 a 5 componenti. Per i nuclei da 6 a 12 membri ci sarà un aumento derivato da una parte fissa e variabile, a fronte di alcune agevolazioni che ridurranno del 20-40 per cento la spesa complessiva. “In un contesto in cui i paesi limitrofi e quelli in campagna elettorale hanno dovuto votare per l’aumento della Tari, noi abbiamo portato i costi di gestione e smaltimento da 9,8 a 9,4 milioni di euro. Siamo riusciti a pareggiare un bilancio in condizioni critiche evitando di pesare sulle tasche dei cittadini”.

Una decisione politica in controtendenza con l’anno di “lacrime e sangue” dichiarato dalla stessa Cirillo appena un mese fa.