TORRE ANNUNZIATA. Un deposito di armi, nascosto dietro una parete vicino ad una chiesa: dopo il blitz al rione Provolera, sequestrato l'arsenale del clan.

La scoperta è stata dei poliziotti di Torre Annunziata. Gli agenti del Commissariato oplontino (primo dirigente Vincenzo Gioia - vice Elvira Arlì), nel corso di una lunga e mirata azione investigativa, sono riusciti a scoprire, occultato in una parete adiacente una chiesa di via Collinetta, in un luogo destinato a colombaia, un vero e proprio deposito di armi. Tutte erano perfettamente funzionanti.

Le armi rinvenute sono un fucile ad uso sportivo, un revolver, una pistola calibro 9, una mitraglietta UZI, oltre a numerosi bossoli. L'arsenale è finito sotto sequestro insieme ad un bilancino di precisione.

vai alle foto

vai al video