È stata presentata questo pomeriggio la candidatura a sindaco di Torre Annunziata di Vincenzo Ascione, a capo della coalizione di centrosinistra, con Partito Democratico ed Udc. Ad introdurre l’iniziativa il suo ex sfidante alle primarie di febbraio, il professore Carmine Alfano. “Quel voto è stato un risultato entusiasmante che ci porterà a vincere le elezioni amministrative dell’11 giugno”, ha esordito il chirurgo estetico che rappresenta 5 delle 9 liste a sostegno di Ascione.

Quindi una serie di saluti istituzionali. Gaetano La Nave, di “Rete civica per Napoli”, si è complimentato con Alfano sostenendo che “è un esempio per il suo gesto dopo le primarie”. Ad Ascione “ha buona esperienza amministrativa e fa squadra”. Per l’onorevole Giovanni Palladino, di Civici ed Innovatori, “è stato un segnale di coerenza. Alfano non ha abbandonato dopo aver perso la battaglia”.

Mario Casillo, capogruppo Dem in consiglio regionale, si è detto “contento ed orgoglioso per l’iniziativa di questa sera. Negli ultimi 10 anni si è pensato alle fibrillazioni politiche e meno al futuro. Ascione può davvero cambiare il territorio con rinnovamento ed esperienza”.

A chiudere gli interventi il candidato Vincenzo Ascione. “Qui a Torre, a partire dalle primarie, abbiamo dimostrato che possiamo fare le cose serie. In questo momento ci sono le condizioni favorevoli per realizzare i nostri sogni. Bisogna mettere al centro dei nostri progetti la risorsa mare, il parco archeologico con la Villa A, B e lo spolettificio e tornare ad attirare i giovani per fare impresa”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"