“Voglio la presidenza della Prima Vera”. E’ la richiesta che nei giorni scorsi ha avanzato il consigliere Michele Avitabile per garantire il proprio voto a favore di Ascione. Il diktat è arrivato nel corso dei colloqui e delle trattative che il sindaco sta portando avanti per disinnescare il voto sulla mozione di sfiducia.

L’esponente ha chiesto la presidenza della società che si occupa di raccolta rifiuti e altri servizi in città. Un incarico al momento ricoperto dal Dem Carmine Borrelli e che, con l’uscita del PD dalla maggioranza, ritorna sul tavolo. Un solo incarico per 4-5 consiglieri comunali: tanti sono i consiglieri che pur non avendo firmato la mozione di sfiducia, sarebbero disposti a votare la fine anticipata della consiliatura.

Dopo la firma dell’assessore Graziani, indicato dal gruppo della consigliera Angela Nappi, sono giorni di trattative serrate. Ascione vuole a tutti i costi restare in sella, e dopo aver fatto posto in giunta a Graziani ha messo sul piatto la presidenza della Prima Vera. Il mandato di Carmine Borrelli giungerà al termine a breve. A rimpiazzarlo potrebbe essere una figura vicina a Francesco Nella e Michele Avitabile, che andrebbero così a rinsaldare ulteriormente il sodalizio con il sindaco. Proprio Avitabile qualche giorno fa aveva lamentato il mancato appuntamento con il tradizionale mercato del pesce criticando fortemente l’amministrazione.

Affidargli la presidenza potrebbe rimettere Avitabile tra i fedelissimi di Ascione e cancellare i malumori del consigliere delle ultime settimane.