Si è chiusa in leggero rialzo il dato per la raccolta differenziata dei rifiuti a Torre Annunziata. Sono infatti stati ufficializzati i dati della PrimaVera raccolti sull’intero territorio cittadino inerente all’ultimo anno solare.

Nel 2019 la percentuale è stata del 58,42%, più di un punto in più rispetto al 2018 nel quale il numero era stato di 57,35%.

Si è ancora troppo lontani dal 63% auspicato da Carmine Borrelli, amministratore unico di PrimaVera, che però può dirsi comunque abbastanza soddisfatto. I numeri non sono scesi nemmeno nel periodo estivo, dove di solito c’è un calo e fa ben sperare per il futuro.

Venendo ai dati raccolti negli ultimi dieci anni si è partiti dal 25% del 2010, con un picco che si è avuto nel corso del 2013 nel quale si è giunti addirittura al 63%.

Prosegue, quindi, la crescita a Torre Annunziata, malgrado in varie zone ci sia da registrare l’assiduo abbandono incontrollato di rifiuti. Tutto questo ha costretto l'amministrazione ad affidare il recupero e lo smistamento a una società di Benevento per un costo annuale di 40mila euro che ricadrà sulle tasche dei cittadini.