Sono stati riconosciuti come gli autori di una rapina a mano armata in una farmacia di Torre Annunziata avvenuta a piazza Ernesto Cesaro lo scorso 11 dicembre. Si tratta di Amedeo Buonocore, di 20 anni, e Vittorio Nappi, di 30, entrambi già noti alle forze dell'ordine: i due questa mattina sono stati raggiunti da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Torre Annunziata su richiesta della Procura oplontina eseguita dai carabinieri della locale compagnia.

Buonocore e Nappi sono accusati di rapina a mano armata e ricettazione. I due, secondo la ricostruzione dei militari dell'Arma, sono accusati di avere preso parte alla rapina a mano armata avvenuta l'11 dicembre 2014 alla farmacia in piazza Ernesto Cesaro. Nelle disponibilità di Buonocore e Nappi, infatti, è stato trovato il motociclo usato per compierla, risultato essere di provenienza furtiva. Rinvenuti e sequestrati anche gli abiti usati durante il colpo, sui quali gli esperti della sezione biologia del Ris di Roma hanno trovato tracce di Dna corrispondente con quello del patrimonio genetico degli indagati. Dopo le formalità di rito, Nappi e Buonocore sono stati portati nel carcere napoletano di Poggioreale.

Rapina alla farmacia di piazza Cesaro