E’ ormai terminato il lavoro di chiusura delle Arcate Borboniche, in via Caracciolo a Torre Annunziata, da parte dell’Rfi.

Dopo la denuncia anche da parte del Comune nei confronti della società delle Ferrovie dello Stato (proprietaria delle Arcate), c’è stato un lavoro incessante da parte degli operai, che hanno liberato i vari scomparti dai cumuli di immondizia abbandonati dagli incivili.

Proprio questa grande discarica a cielo aperto aveva fatto scattare le proteste da parte dei cittadini. Eppure si registra un altro flop a Torre Annunziata. Le arcate borboniche dovevano essere rilancio per il commercio oplontino, invece ora sono diventate delle gabbie.

Un buco nell’acqua da parte dell’Amministrazione, che non ha saputo sfruttare i 3 milioni giunti dal fondo regionale Jessica, finendo in combutta con la Rfi.

Un’altra sconfitta per una città, nella quale si murano (e in questo caso recintano) i beni al posto di riqualificarli.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"