Si terrà il prossimo sabato, alle ore 20, nella Basilica della Madonna della Neve la messa in ricordo di Luigi Staiano, l’imprenditore di Torre Annunziata ucciso il 4 luglio del 1986.

Successivamente, il presidio Libera di Torre Annunziata, intitolato proprio a lui e a Raffaele Pastore, andrà a deporre una corona di fiori all’esterno di Palazzo Fienga, ex roccaforte del clan Gionta.

Sul manifesto affisso per le strade di Torre Annunziata c’è anche un messaggio scritto dai giovani oplontini. “Anniversario dell’omicidio di Luigi Staiano, avvenuto per l’incancrenita mano della camorra torrese. Lui non si piegò alle infime richieste di estorsione. La sua memoria è un atto fecondo, è soprattutto di insegnamento a tutti i cittadini: la denuncia è imprescindibile per combattere la criminalità organizzata che ruba le speranze, è segno di civiltà, di gratitudine e di generosità”.