Riaperte le porte del Centro ai ragazzi a rischio a Torre Annunziata e nelle città vicine. Sport, laboratori e momenti formativi per aiutare quaranta giovani ancora più in difficoltà per l'emergenza Covid.  

Si legge in una nota: "Sono ripartite Venerdì, dopo lo stop del 29 gennaio dovuto all'emergenza Covid-19 , le attività del Centro Diurno per Minori “Casa Valdocco” - salesiani Torre Annunziata.  Lo abbiamo fatto con una rimodulazione delle attività e degli interventi educativi rivolti ai tantissimi ragazzi seguiti dagli operatori del Centro. Ragazzi che in questi mesi sono rimasti chiusi nelle loro case, dove spesso, in una sola stanza si tentava di seguire la DAD condividendo lo stesso telefonino tra più fratelli e impossibilitati ad un confronto con i coetanei e gli educatori. In questo anno di DAD abbiamo messo in atto tante strategie per diminuire la crescente evasione scolastica dei nostri territori. Si parte dalle 8.30 per favorire coloro che non riescono per vari motivi a partecipare alla DAD, si continua nel pomeriggio con lo spazio studio e i laboratori".

I minori sono inviati dai servizi sociali dell’ambito N.30 (Comuni di Torre Annunziata, Boscoreale, Boscotrecase, Trecase), su segnalazione delle scuole e dal Servizio Sociale del Centro di Giustizia Minorile per percorsi di giustizia riparativa.

L’aspetto innovativo della nuova fase di questo servizio è la realizzazione di una comunità educante in cui è favorita l’esperienza dell’educativa outdoor oltre a quella di indoor. Una prospettiva di uscita dallo spazio fisico del Centro Diurno in favore di una strategia educativa all’aperto in cui far confluire le esperienze sociali, culturali, sportive e di volontariato della rete territoriale.

Attività all'esterno, sport e laboratori

La progettualità orienta concretamente a contenuti educativi, favorendo una fruizione anche di spazi aperti attraverso la sperimentazione di attività in favore della collettività. I ragazzi, ad esempio, sono coinvolti in progetti di volontariato, come pure in interventi di riqualificazione urbana.

Tra le attività anche laboratori di legalità, scrittura creativa e riciclo artistico. I circa 40 ragazzi partecipano a corsi e laboratori di pizzeria, box, pasticceria, caffetteria, vela, volley, calcio, danza, rugby, art attack, grazie a progettualità, servizi integrati e partenariati della “Piccoli Passi Grandi Sogni aps” appartenente alla rete "salesianixilsociale".