Rubarono portafogli a un pendolare nella stazione di Torre Annunziata. Altre due persone sono finite in carcere, inquirenti a caccia dell’ultimo componente della banda.

La polizia ferroviaria ha arrestato due persone di Cava de’ Tirreni, gravemente indiziate del reato di rapina, commessa a marzo scorso nella stazione ferroviaria di Torre Annunziata. Una terza persona è irreperibile.

In occasione della rapina, la vittima si trovava a bordo del treno, proveniente da Salerno e diretto a Napoli Campi Flegrei. Ha reagito al furto del proprio zaino ma è stato trascinato da uno dei rapinatori, un napoletano di 51 anni, sulla banchina della stazione ferroviaria oplontina.

Alla vittima, accerchiata e strattonata da altre tre persone, era stato sottratto il portafogli. La scena era stata ripresa dalle telecamere del sistema di videosorveglianza. Uno degli autori della rapina, il napoletano, già noto alle Forze dell'Ordine in quanto assiduo frequentatore di quello scalo ferroviario, era stato subito individuato dagli agenti della Polfer. Già a giugno era stata eseguita nei suoi confronti un'ordinanza di custodia in carcere.

Al termine di ulteriori indagini sono stati individuati gli altri tre componenti della banda grazie alle immagini del sottopasso della stazione ferroviaria. I sistemi hanno ripreso chiaramente uno dei rapinatori che mostra il contenuto del portafogli agli altri complici.

Ora la banda è a Poggioreale mentre gli inquirenti sono a caccia dell’ultimo componente della banda.