Esenzioni per famiglie indigenti, sospensione di Tari e Tosap per i commercianti e sostegno al pagamento dei canoni di locazione.

E’ il risultato del confronto organizzato dal Circolo PD di Torre Annunziata e al quale hanno preso parte il presidente locale di Confcommercio Giuseppe Manto, il referente del movimento civico “Insieme per Torre” Luciano Donadio, l’assessore comunale Bruno Orrico, la consigliera regionale della Campania Antonella Ciaramella.

Il dibattito, avvenuto in videoconferenza e assistito dal segretario cittadino Francesco Savarese, dal vice Francesco Bisogno e dalla consigliera comunale Germaine Popolo, si è sviluppato sulle misure ancora occorrenti per fronteggiare l’emergenza dal punto di vista economico e su quelle che si propone di programmare per affrontare la fase 2, quella della ripartenza.

“Un plauso alla regione Campania per il lavoro fatto – ha spiegato la consigliera Popolo -. Il Comune non può tuttavia limitarsi a fare da tramite delle risorse erogate dai livelli sovralocali di governo, bensì deve fare uno sforzo ulteriore, mettendo in campo una rete straordinaria di risorse proprie oltre a quelle decentrate, per fornire un aiuto concreto alle tante famiglie che vivono sulla base di lavori occasionali ed ai tanti piccoli commercianti”.

Proprio per i commercianti è stata chiesta l’eliminazione della Tari e della Tosap oltre alla necessità di fornire sostegno al pagamento dei fitti ed esenzioni per famiglie indigenti. Sulla stessa lunghezza d’onda il Movimento civico e la Confcommercio. Quest’ultima ha evidenziato come “occorra adesso sbloccare gradualmente le attività commerciali, come pizzerie, panetterie e ristoranti, quantomeno per l’asporto”.

Si è poi affrontato il tema dell’approccio programmatico per il futuro della città e della società, immaginandosi di “valorizzare la filiera produttiva ed artigianale a Km zero, per creare un marchio Made in Campania che sia di immediata riconoscibilità”, ha ipotizzato l’assessore Bruno Orrico.

La consigliera regionale Antonella Ciaramella ha concluso puntando l’accento sulla “sostenibilità sociale ed ambientale, che ormai devono guidare le politiche dei governi locali e sovralocali d’ora in avanti”. Su questo punto Savarese ha ribadito la necessità di una riconversione territoriale ponendo forte l’accento sul turismo.

Proposte che ora saranno portate all’attenzione del sindaco Vincenzo Ascione e al governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca.