Lampade votive accese al cimitero senza autorizzazione. Un nuovo scandalo sta coinvolgendo Torre Annunziata in questi ultimi giorni. Il tema era stato già toccato dal commissario prefettizio Enrico Caterino, nel corso della conferenza stampa che si è tenuta due giorni fa per presentare gli eventi natalizi in città.

Il Prefetto a riposo, rispondendo sulle luci spente ai commercianti, aveva anche evidenziato delle irregolarità all’interno del cimitero. “Le lampade votive sono state spente, perché sono state riscontrate anche lì delle anomalie– aveva affermato- Il nostro, anche in questo caso, è stato un atto di legalità. E’ arrivato il momento di dare un taglio con il passato”.

Sul sito del Comune, con un avviso firmato dal dirigente Valentino Ferrara, è stata spiegata nel dettaglio la questione. “Per effetto di accertamenti eseguiti nel Cimitero Comunale si sono rilevate gravi irregolarità a carico della ditta che esercitava il servizio lampade votive. Al momento nessuno è autorizzato all’esecuzione del servizio di lampade votive all’interno del Cimitero Comunale e, per tale servizio, fino a diversa comunicazione di quest’Ufficio, non deve essere versato alcun canone da parte dei cittadini”.

Poi ha aggiunto. “Si rammenta che per eseguire ottenere la preventiva autorizzazione dall’Ufficio Cimitero (si vedano gli artt. da 70 a 88 del Regolamento Comunale Cimiteriale). In difetto non sarà consentito l’accesso da parte del personale cimiteriale”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"