Lo scempio degli incivili. Nuovo raid alla Casa dell’Acqua di Largo Marchese.

Neanche una settimana fa il primo episodio, ora il nuovo raid nella notte. Forzata l’apertura della casetta e portato via l’incasso. Proprio a seguito del primo episodio, la porta era stata rinforzata per scoraggiare altri interventi criminali. Non è bastato. Al vaglio le immagini del circuito di videosorveglianza della zona per cercare di individuare gli autori del furto. Si teme possa essere lo stesso autore del primo raid.

Dopo qualche ora, la società Acquatec che gestisce l'impianto, ha ripristinato il servizio e richiuso il vano insieme alla porta di sevizio. Nei prossimi giorni verranno prese contromisure per la sicureza dell'impianto.

vai alle foto