Una “X” disegnata con uno spray nero. E’ l’ennesimo sfregio a una città che prova ad uscire dall’oblìo in cui è sprofondata. Sconcerto a Torre Annunziata per quanto accaduto in via IV Novembre. Nella piazzetta distante pochi metri dal garage in cui ha perso la vita un uomo, e per il quale la città ancora chiede giustizia, un raid che ha gettato altre ombre sulla città.

Sfregiata la nicchia che protegge l’icona della Madonna della Neve. Ignoti questa notte hanno imbrattato il vetro che custodisce il riquadro, fiori e piante che erano nelle vicinanze, per poi darsi alla fuga, facendo perdere le tracce.

La scoperta è avvenuta soltanto la mattina dopo, ad opera di un cittadino. “Ero venuto qui come sempre per prendermi cura delle piante e aiutare a mantenere pulita la piazzetta – ha raccontato Gennaro – e ho avuto questa brutta sorpresa. Con rabbia l’ho lavata via e ho cercato di rimettere subito tutto in ordine. Non capisco proprio cosa possa passare per la testa delle persone”, ha raccontato amaramente l’uomo.

Sul posto sono giunti anche i carabinieri di Torre Annunziata per effettuare i rilievi del caso e cercare di ricostruire l’accaduto. Ma hanno trovato già tutto ripulito. L’ipotesi più probabile sembra quella del raid isolato, lontano dalle dinamiche che hanno portato all’assassinio di Maurizio Cerrato. Resta lo sgomento per l’ennesimo gesto di inciviltà, nascosto dietro la mano di sconosciuti.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"