“I nostri bambini non sono pacchi postali”. Genitori di Torre Annunziata sul piede di guerra. Con la riapertura delle scuole, fioccano i problemi degli istituti scolastici del territorio. Dopo il caos del plesso di via Caravelli dell’Istituto Comprensivo “Alfieri” che ha sospeso le lezioni ancor prima di iniziare, una nuova chiusura scombussola il ritorno degli alunni tra i banchi di scuola.

A 48 ore circa dalla prima campanella, il plesso di via Pascoli dell’Istituto “Parini – Rovigliano” è stato dichiarato inagibile. Così come anticipato dal sindaco Vincenzo Ascione, intervistato dalla redazione de LoStrillone, l’edificio presenta numerosi problemi: “Cercheremo di risolvere tutti i problemi in tempi brevi – ha dichiarato il primo cittadino -. Per il plesso di Via Pascoli, se non riusciremo a completare i lavori in tempo trasferiremo momentaneamente gli alunni al plesso più grande e accogliente di via Isonzo. Mi rendo conto che questo arrecherà dei disagi, ma cercheremo di limitarli il più possibile”.

E i disagi si sono verificati immediatamente. Decine di genitori hanno protestato per una decisione arrivata con troppo poco preavviso: “Anche l’anno scorso abbiamo dovuto far fronte a tanti problemi – ha spiegato Debora, una giovane mamma di Torre Annunziata -. Quest’anno il problema si è ripresentato. Significa che non è stato fatto nulla per risolverlo. Ma la cosa più grave è che ci hanno avvisato meno di due giorni fa. Hanno trattato i nostri figli come pacchi postali. Nella classe di mio figlio, su un totale di 15 iscritti, oggi ne erano presenti solamente 4. E’ un’indecenza”.

Oggi pomeriggio una delegazione di genitori parlerà con il sindaco Ascione per chiedere chiarimenti sul caso. Si tratta di un’altra brutta figura, di sicuro evitabile, per il comune di Torre Annunziata e per l'Istituto scolastico che nel corso dei mesi estivi avrebbero dovuto provvedere a far trovare la sede in regola e pronta ad accogliere gli alunni, dopo un anno e mezzo di Dad a causa della pandemia. Invece, ancora una volta, ci si è trovati dinanzi all'improvvisazione e all'assenza di pianificazione.

La reazione

La chiusura