Aule vuote in questo primo giorno di ritorno a scuola dopo la decisione del Tar.

“Oggi sono tutti assenti, la scuola è vuota – ha dichiarato la Dirigente scolastica dell’istituto Leopardi – C’è solo qualche bimbo affetto da disabilità che aveva continuato a frequentare anche nei mesi scorsi”.

Il Tar ha accettato il ricorso di alcuni genitori di Torre Annunziata, che andavano a rendere nulle le ordinanze di chiusura delle scuole fino al 31 gennaio del Sindaco, causa aumento dei contagi. Ma ad alcuni genitori poco ha interessato, perché nonostante la legge, non hanno mandato i loro bambini a scuola.

La situazione è davvero difficile per le scuole di Torre Annunziata: “Noi dirigenti ci sentiamo davvero in forte difficoltà – continua la Preside – con queste continue ordinanze di chiusura e apertura non abbiamo modo di organizzare in maniera precisa il lavoro e creano diversi interrogativi per noi e i genitori”.

Tutte queste incognite sono deleterie soprattutto per gli alunni: “Oggi eravamo pronti per la didattica in presenza – continua – quindi con l’assenza dell’intero istituto non si è potuta garantire la dad e quindi i bambini hanno perso un giorno di scuola”.

Situazione simile anche all’Istituto Cesaro, dove i bimbi in aula sono davvero pochissimi. Tutto ciò è nata dalla difficoltà e dalla paura dei genitori che anche i figli possano ammalarsi di covid, dal momento che tra i più piccoli sono stati registrati diversi casi nel vesuviano. : “Molti genitori hanno chiesto la didattica integrata – dice la Preside – ma questa è prevista solo per le scuole superiori e in alcuni casi specifici anche per i più piccoli”.

“Forse da lunedì sarà prevista di nuovo la chiusura – conclude – ma è ancora un punto interrogativo. Tutte queste incognite vanno a discapito degli alunni e della scuola”.

a cura di V.V


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"