Germaine Popolo si dimette da consigliere comunale. L’esponente del Pd di Torre Annunziata ha preso questa decisione scrivendo una lettera.

Nell’ultimo anno la consigliera si era più volte espressa sui tavoli delle commissioni e nello stesso consiglio comunale contro l’attuale amministrazione Ascione che inizia a perdere i pezzi.

Ora la decisione di passare la mano. “Lasciare la carica pubblica che si riveste non è scelta facile e che si compie a cuor leggero. Per 4 lunghi anni ho svolto il mio ruolo di Consigliera con dedizione, amore per la città e rispetto per i cittadini tutti, sentendo sempre, ogni giorno, la responsabilità del compito affidatomi dagli elettori, immaginando la città del futuro, provando a costruirla oggi, nel quotidiano.

Ho lottato con tutte le mie forze ed energie, con l’impegno massimo, ma non vi sono più le condizioni per continuare dignitosamente a rappresentare gli interessi della città nella sede istituzionale.

Ho invitato più e più volte il Sindaco ed il partito stesso ad un cambio di rotta nel segno della trasparenza e della legalità, mettendo in evidenza opacità e coni d’ombra che drammaticamente stavano allontanando la politica da quel patto stretto, a suo tempo, con la città”.

Popolo ha poi specificato le sue motivazioni. “L’ho fatto perché ho sempre creduto che i facili compromessi non avrebbero condotto a quel riscatto di libertà che ho sempre agognato per la nostra città, non ho temuto commissariamenti né bavagli perché consapevole di lavorare per tutti i cittadini ed in misura maggiore per quelle fasce più deboli e meritevoli di una maggiore considerazione da parte della politica.

Insieme al gruppo ‘imbavagliato’ del pd, mediante una politica sana, abbiamo incessantemente dialogato con associazioni e cittadini, proprio con quell’opera di riconnessione con la città e con le sue esigenze, invocando trasparenza nella gestione della cosa pubblica ed effettività nella partecipazione al processo di rigenerazione urbana.Dinanzi ai continui appelli di cambiamento, si è fatto finta di non sentire, di non vedere, senza volersi assumere la responsabilità politica di scelte che avrebbero potuto segnare una rottura rispetto al recente passato e a quella continuità politico-amministrativa che aveva già portato ad individuare Dirigenti e figure apicali”.

Già in passato l’esponente del Partito Democratico aveva chiesto le dimissioni del sindaco. “Si è voluta invece mantenere la coda ad un governo ingessato. Si è atteso lo scandalo politico.  Ancora oggi, senza dignità, si tentenna, si baratta, si svende. Soltanto oggi, il partito interviene strategicamente per chiedere le dimissioni, ma lo fa dietro la regia occulta di chi ha scritto e voluto questo assetto all’interno del Comune, e lo fa provando ad infangare un’intera classe politica ed un intero apparato dei (per la verità pochi) dipendenti rimasti, senza mai citare, per vero, disastri quali il Porto o centri di potere come la Primavera”.

Infine ha aggiunto. “La verità è che invece c’è anche una classe politica, oggi strategicamente tacciata di immobilismo, che non si è mai stancata di raccogliere e ricucire partendo dal basso, come auspicabilmente indicato dal Procuratore Fragliasso, che non ha partecipato ai tavoli, alle giunte – a differenza di chi soltanto oggi chiede la testa del Sindaco – e che ha da tempo chiesto l’azzeramento di tutte le cariche apicali, non solo dirigenziali. Oggi è semplice sparare nel mucchio, senza dire a viso aperto chi sono i mandanti politici. Le dimissioni da parte mia rappresentano allora un atto di responsabilità verso i cittadini e uno scatto di dignità, nonchè un gesto d’amore verso la città. Continuerò ad operare di più e meglio nell’unica e valida prospettiva che ha animato ed anima il mio impegno per la città: lavorare affinchè i cittadini abbiano la Guida che meritano, con il coraggio e la nettezza di scelte costruttive, nell’esclusivo interesse del futuro di Torre Annunziata”.

Dopo la notifica delle sue dimissioni, al suo posto subentrerà in Assise Aldo Ruggiero, che aveva ricevuto 407 voti alle amministrative di 4 anni fa.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"