Si è svolta nella mattinata di ieri giovedì 31 ottobre un’esercitazione complessa antincendio e di security portuale, organizzata dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Torre Annunziata e coordinata dalla Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, in ottemperanza alle previsioni normative di settore internazionale, comunitario e nazionale.

Alle ore 10.00 circa è stata simulata la ricezione, da parte della Sala Operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Torre Annunziata, di una chiamata anonima relativa ad un marittimo che si sarebbe allontanato qualche ora prima da una delle navi presenti in porto, con al seguito un oggetto sospetto, simile ad un ordigno rudimentale; il soggetto era stato avvistato aggirarsi qualche minuto prima tra le banchine del porto.

La Sala Operativa della Guardia Costiera di Torre Annunziata, assunto l'assetto previsto per il coordinamento delle operazioni, attivava il dispositivo di sicurezza allertando tutti i vari enti competenti, tra cui Polizia di Stato e Carabinieri. Nel frattempo, il personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo intervenuto prontamente sulle banchine del porto, con l’ausilio delle forze di Polizia giunte sul posto, dopo pochi minuti isolava le banchine del porto e procedeva, sotto il coordinamento del Comandante del porto e del Capo del Compartimento Marittimo di Castellammare di Stabia, a chiudere l’area commerciale dello scalo oplontino, a fermarne le attività produttive ed a evacuare i non addetti alla gestione dell’emergenza, compresi tutti i mezzi pesanti in transito.

Terminata l’evacuazione, venivano attivate le procedure previste per la ricerca di materiale potenzialmente sospetto nelle zone portuali interessate. Dopo accurate ricerche, veniva riscontrata la presenza di un pacco sospetto nelle vicinanze di una cabina elettrica asservita all’impianto portuale della società ISECOLD, che dopo pochi minuti esplodeva causando il ferimento di un militare impegnato nell’attività di ricerca ed originando un incendio all’interno dello stabilimento costiero.

L’incendio è stato prontamente domato grazie al personale ed ai mezzi in dotazione all’impianto portuale interessato, mentre il militare ferito veniva soccorso grazie all’intervento di un’autoambulanza della Associazione Misericordia di Torre Annunziata, intervenuta in pochi minuti su chiamata della Sala Operativa della Guardia Costiera.

L’esercitazione si concludeva pertanto positivamente confermando la grande sinergia esistente tra gli enti ed i Comandi preposti al controllo e alla sicurezza sul territorio di Torre Annunziata e l’attenzione posta all’addestramento per le situazioni di emergenza.

L’occasione ha permesso altresì di testare, con esito positivo, l’efficienza dei sistemi di allarme ed antincendio fissi e mobili di cui sono dotati gli impianti portuali di Torre Annunziata.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

vai alle foto