Ancora terrore a Torre Annunziata. Otto colpi di pistola sono stati esplosi la scorsa notte contro la saracinesca del “Bar degli Amici” di via Fortuna.

Sul posto sono giunti i carabinieri di Torre Annunziata, coordinati dal comandante Egidio Valcaccia. I primi accertamenti avrebbero escluso la pista del racket, in un primo momento caldeggiata dalla dinamica del raid. Diversi, infatti, sono stati i raid di questa matrice all’indirizzo di altri esercizi commerciali della città.

Al momento non si conoscono i dettagli: i militari dell’Arma stanno proseguendo le indagini dopo aver effettuato i rilievi fotografici e ascoltato il titolare dell’esercizio commerciale. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la pista più accreditata sarebbe quella di una vendetta passionale.

A rendere difficile il lavoro dei carabinieri, però, è l’assenza di videosorveglianza sia pubblica (in zona non ci sarebbero telecamere, ndr) sia privata. Il bar in questione non è nuovo a indagini delle forze dell’Ordine: nel luglio 2018 fu bersaglio di due attentati dinamitardi per due sere consecutive. Ora un nuovo raid nel cuore della notte.